AREAtusea

Ingresso AREAtusea


Lega Pro Girone C 2016/2017
Nicola De Simone

Info stadio
Indirizzo: Piazza Luigi Leone Cuella,
96100 Siracusa,
Italy, Italian Republic 
Sito web impianto sportivo: www.siracusacalcio.net
Capienza: 5912

L'impianto sportivo

Nicola De Simone

Google maps

Indicazioni stradali da:

Descrizione impianto

Nicola De Simone
Fossa dei Leoni
Stadio Nicola De Simone
Informazioni
Ubicazione Piazza Luigi Leone Cuella,
96100 Siracusa (SR)
bandiera Italia
Inizio costruzione 1930
Inaugurazione 1932






Copertura In ricostruzione
Pista d'atletica no


Ristrutturazione 2009


Superficie terreno Erba
Dimensioni del terreno 105 x 68 m




Proprietario Comune di Siracusa
Progetto Arch. Raffaele Leone
Beneficiari
Calcio
600px Azzurro2.png Siracusa
Capacità
Posti a sedere 5.912
Settore ospiti 500
Ranking UEFA


La storia

alt
alt
Il giocatore Nicola De Simone a cui è stato intitolato lo stadio.

Lo stadio comunale di Siracusa, intitolato a Nicola De Simone, calciatore azzurro deceduto nel 1979 durante uno scontro di gioco a Palma Campania, sorge in pieno centro di città nello storico e popolare rione Santa Lucia a due passi dalla Basilica di Santa Lucia al Sepolcro e, sebbene un po' distante, dal Santuario della Madonna delle Lacrime.

Costruito durante gli anni del ventennio fascista (sono ancora visibili all'ingresso i simboli di tale periodo), ha una capienza di circa 5.000 spettatori ridotta in seguito alle nuove leggi anti-violenza, mentre quando il Siracusa militava in serie C la portata era maggiore, arrivando ad avere nel 1988, una capienza massima di 12 000 spettatori. Durante la stagione 1994/95 il De Simone ha subito una mezza-rivoluzione; è stata creata una recinzione a gabbia destinata a distanziare il terreno da gioco dagli spettatori riducendone drasticamente la capienza nonché la visibilità, specie nel settore della curva sud, allora occupata dagli ultras che da allora non occupano più quello che è stato lo storico "tempio del tifo azzurro". La motivazione di realizzare questo tipo di recinzione e di chiudere al pubblico la curva fu di ordine pubblico e di sicurezza in quanto vennero ritrovati degli spuntoni di ferro uscire dalla stessa struttura localizzata in via Torino. Oggi la "sud" è riservata agli ospiti, per questo è stata costruita una gabbia atta a distanziare la gradinata e la curva sud (secondo i moderni parametri tecnici definita come "curva est") riducendone la capienza dello stesso settore. Di conseguenza la tifoseria più calda è stata costretta a trovare posto nell' attigua gradinata prima, e nella nuova curva ovest, la "Curva Anna", dopo.

Da parecchi anni è stata richiesta la realizzazione di un nuovo impianto, più grande, sicuro e funzionale, posizionato fuori città, anche perché il De Simone anno dopo anno dimostra segni di cedimento sempre più evidenti e la dirigenza deve fare fronte a proroghe annuali. In tal senso, la società azzurra ha ulteriormente accelerato il progetto del nuovo stadio presentato ufficialmente il 7 marzo 2009 per permettere al Siracusa Calcio di disputare i prossimi campionati in uno stadio degno della tradizione calcistica siracusana.

Nel 2001 ha subito la prima ristrutturazione, con la sistemazione degli spogliatoi, l'installazione della nuova tribuna laterale da 700 posti e dell'impianto idrico, e con l'installazione di seggiolini azzurri in tribuna coperta. Tre anni dopo, nel 2004, è stato soggetto ad altri interventi più ampi e variegati: la creazione della già citata "Curva Anna", il livellamento della gradinata con delle basi di ferro, l'aggiunta di bagni pubblici nelle due curve, di palestre negli spogliatoi, il recupero della vecchia foresteria (da sempre denominata la palazzina) ridestinata al secondo e terzo piano a casa-alloggio di quei giocatori lontani dalle rispettive città di appartenenza o semplicemente senza famiglia oltre che al primo piano ad ufficio della società (al cui interno è presente una sala-conferenze aperta soltanto in occasione di eventi particolari), e di una nuova recinzione in vetro antisfondamento nel settore gradinata, mentre ad essere rinnovati durante l'estate 2006 sono stati l'impianto di illuminazione, l'impianto audio e luce della tribuna e soprattutto il campo di gioco, con una nuova erba proveniente dall'Austria. A questi interventi si aggiunge la realizzazione di un campetto in erba sintetica, destinato agli allenamenti del settore giovanile e della prima squadra in caso di pioggia o maltempo, localizzato dietro la gradinata e dedicato a Paolo Quattropani, storico preparatore atletico azzurro.

Nel 2007, infine, la tribuna centrale è stata intitolata a Corrado Siringo, talentuoso centravanti della juniores morto in un incidente stradale, tribuna e sala stampa (rifatte ex-novo dopo anni di progressivo abbandono) sono state intitolate a Lino Romano, una delle firme più eccellenti del giornalismo siracusano, ed a bordocampo è stato edificato il settore disabili. Nel dicembre 2008, il Comune in sintonia con la Soprintendenza aretusea, ha deciso di abbattere la pensilina della tribuna coperta dichiarata pericolante dalla Commissione Provinciale di Vigilanza. Per questa ragione, la stessa Commissione ha dichiarato inagibile l'intero settore con gli annessi spogliatoi, temporaneamente sostituiti da container adibiti a spogliatoi. I lavori di abbattimento della pensilina, iniziati il 22 dicembre 2008, sono terminati dopo quasi un mese di incessanti lavori con un importante risultato; la pensilina viene demolita e la tribuna con gli spogliatoi rivengono dichiarati agibili, anche se la tribuna ha perso notevole fascino rispetto al passato.

Durante l'estate-autunno 2009 si sono svolti altri interventi cosi come richiesto dall'architetto-ispettore della Lega Pro il quale recentemente ha effettuato un sopralluogo al De Simone per verificarne l'idoneità o meno per la disputa del campionato di Seconda Divisione dove il Siracusa si è ripresentato dopo molti anni di assenza il 6 dicembre 2009 in occasione del match interno contro la Cisco Roma vinto dagli aretusei per 2-0.

Gli interventi in questione hanno riguardato l'installazione di recinzioni in plexiglass in tutti i settori dello stadio; la realizzazione della stanza del GOS dove sostanzialmente verranno installate telecamere a circuito chiuso collegate con la Questura atte a riprendere in tempo reale i vari settori; il ridimensionamento del terreno di gioco secondo i parametri geometrici richiesti dai campionati professionistici; l'installazione della panchina del terzo uomo; l'ampliamento con relativa revisione della curva ovest; l'ampliamento del settore ospiti (curva est) a 500 posti mediante l'inserimento di una struttura modulare; e il ricavamento di nuove uscite di sicurezza.

Dopo l'estate 2010, tuttavia, sono previsti altrettanti interventi atti a dare una definitiva immagine allo storico stadio aretuseo, come la ricostruzione della pensilina della tribuna centrale abbattuta appena un anno addietro (dicembre 2008) la quale verrà ricostruita secondo i parametri della precedente per volere della Soprintendenza che giudica la copertura reperto architettonico cosi come l'intero settore tribuna; e il recupero degli immobili abbandonati siti all'interno dello stadio da destinare a finalità non ancora decise.

Eventi particolari

Il Nicola De Simone, il 22 dicembre 2004, è stato protagonista di un evento storico per l'intera comunità aretusea, riconducibile alla partenza del corpo di Santa Lucia tornato eccezionalmente nella città natia per soli sette giorni per celebrare il 17esimo centenario della sua morte, grazie all'incessante impegno dell'allora arcivescovo mons. Giuseppe Costanzo.

Difatti, per motivi di ordine pubblico, si decise di affidare la custodia delle sacre spoglie della Santa siracusana ai Vigili del Fuoco (alternati, come da tradizione, in occasione dell'ottava del 20 dicembre con i berretti verdi i cosiddetti portatori del simulacro argenteo di Santa Lucia per il trasporto dello stesso) che le portarono nel vicinissimo stadio, chiuso al pubblico, per poi richiuderlo all'interno di un elicottero sempre dei Vigili del Fuoco che lo riportò all'aeroporto Fontanarossa di Catania destinazione Venezia.

I siracusani furono cosi costretti a vivere gli ultimi momenti di Santa Lucia a Siracusa mediante un maxi-schermo installato per l'occasione in piazza Santa Lucia, mentre altri poterono assistere alla partenza della Santa Patrona aretusea dai balconi dei palazzi circostanti lo stadio.

Squadre del club

Serie D Girone I 2008/2009 - Siracusa 5 (SR)

Informazioni squadra

2ª Divisione Girone C 2009/2010 - Siracusa 5 (SR)

Informazioni squadra

1ª Divisione Girone B 2010/2011 - Siracusa 5 (SR)

Informazioni squadra

Coppa Italia Girone N 2010/2011 - Siracusa 5 (SR)

Informazioni squadra

1ª Divisione Girone B 2011/2012 - Siracusa 5 (SR)

Informazioni squadra

Terza Categoria 2012/2013 - Siracusa 2 (SR)

Informazioni squadra

Lega Pro Girone C 2016/2017 - SIRACUSA (SR)

Informazioni squadra