AREAtusea

Ingresso AREAtusea

SiraNews, notizie online dal 1924
Santo Palma: «Siracusa è una grandissima piazza» PDF Stampa E-mail
SiraNews - Interviste e Opinioni
Scritto da Antonio Fazzina   
Lunedì 16 Dicembre 2013 18:23

Abbiamo intervistato Santo Palma, direttore sportivo dell'Fc Acireale. La sua esperienza comincia nel 1999 a Valverde in Promozione; tre anni in cui ha fatto tantissima gavetta ed esperienza. Poi è stato a Nicolosi, sempre in Promozione. L’anno successivo è stato osservatore della Sampdoria per il settore giovanile, poi Adrano in Serie D, ad Acireale responsabile del settore giovanile in Serie C, poi quattro anni di Atletico Catania conditi con la promozione in Eccellenza, Aci Sant'Antonio l'anno scorso svolgendo un campionato strepitoso e adesso Fc Acireale.

Cosa ne pensi del pareggio di ieri contro il Siracusa? «È stata una partita molto combattuta, un tempo ciascuno ed il risultato è giusto. Anche se il Siracusa, per come si era messa la gara, poteva pareggiare solo con un episodio. Quando hai a disposizione tutti quei calciatori importanti in queste partite, l'invenzione arriva. Per noi Nicolosi, per il Siracusa Carbonaro».

A proposito di Carbonaro, come mai questa cessione? «Abbiamo rispettato un accordo fatto con Peppe in estate. In moltissimi non credevano in lui, noi ci abbiamo puntato ed abbiamo vinto insieme questa scommessa. Noi siamo una società con pochissime risorse finanziare e non era più possibile tenerlo. Abbiamo perso tantissimo sotto l'aspetto tecnico, ma Peppe vive di calcio. Quando arrivano offerte importanti sotto l'aspetto economico è giusto far andare chi vive di calcio. Siamo contenti però, entrambi abbiamo vinto».

Secondo te il Siracusa quest’anno dove può arrivare? «Onestamente credo che recuperare dodici punti a noi ed alla Tiger sarà difficilissimo. Malgrado tutto nel calcio tutto può succedere. Un posto nei play off però credo sia assicurato, anche perché conoscendo benissimo il mister Strano sono sicuro che nel girone di ritorno farà cose importanti».

Leggi tutto...
 
Luigi Salvoldi: «Tornerò, eccome se tornerò!» PDF Stampa E-mail
SiraNews - Interviste e Opinioni
Scritto da Antonio Fazzina   
Lunedì 04 Novembre 2013 12:43

La barba è sempre lunga. E l'abbronzatura è tale da "giustificare" il duro lavoro sotto il sole africano. «La barba mi protegge dalle zanzare», dice Luigi Salvoldi, che ha trascorso due giorni in città ed è subito ripartito per il continente nero. Il lavoro in cantiere lo aspetta ma il presidente dell'Us Siracusa, prima di risalire sull'aereo, si è fermato a parlare di calcio. Presidente, il calcio siracusano è ripartito. Ma non è ancora decollato. «Ma non certo per colpa della nuova società. Anche se da lontano, seguo sempre le vicende sportive della nostra città. E non è cambiato nulla. C'è un nuovo presidente che è un "pazzo" come lo è stato il sottoscritto, perché ha deciso di investire, spendere il suo tempo, toglierlo alla famiglia e il risultato qual è? Che la gente gli volta le spalle per tanti motivi. Ma cosa si dovrebbe fare se si resta soli, se la politica non asseconda mai, se la città non risponde e resta inerte? Una persona da sola può arrivare fino a un certo punto». Quindi Salvoldi in Cutrufo rivede... Salvoldi. Almeno quello dei primi tempi. «Ma anche degli ultimi. Perché poi mi sono spinto oltre e solo per colpa di una fideiussione adesso stiamo parlando di qualcosa che sarebbe potuta essere e non è stata. Ma la città che fa? Anziché sostenere Cutrufo, critica. E poi critica e critica ancora. C'è una nuova società. Ci sono persone per bene perché, oltre a Cutrufo, c'è Liuzzo a cui dovrebbero fare una statua d'oro per la disponibilità e il tempo che dedica; e invece si punta sempre il dito e si pretende. Sento l'amministrazione comunale che dice che non ci sono soldi. Ma la bravura di un sindaco sta proprio nel trovare queste risorse e impiegarle». Insomma un Salvoldi che non ha peli sulla lingua. Come sempre. E allora ci dica di questo suo interesse, assieme a Mauceri, per il Noto. «Ci sono stati dei contatti. E si poteva chiudere la trattativa ma la cosa è tramontata. Ora pensiamo al lavoro che è la cosa più importante. In futuro... ». In futuro? «Quando gli amministratori dei condomini dove ci sono ancora le scritte "Salvoldi vattene" mi chiameranno per dirmi che hanno ripulito tutto, allora tornerò». Sorride, vorrebbe dire ancora tante cose e ci lascia con una promessa. «Tornerò, eccome se tornerò».

Intervista realizzata da Manuel Bisceglie per il Giornale La Sicilia

 
ESCLUSIVA - Figura sarà un calciatore del Siracusa PDF Stampa E-mail
SiraNews - Interviste e Opinioni
Scritto da Antonio Fazzina   
Lunedì 16 Settembre 2013 15:39

Simone Figura sarà a breve un nuovo calciatore dello Sport Club Siracusa. Centrocampista siracusano di 19 anni, ha confermato le indiscrezioni tramite il nostro portale. Ecco le sue parole.

Ciao Simone, secondo alcune indiscrezioni saresti ad un passo dal Siracusa. Cosa c’è di vero? «Le indiscrezioni sono vere. In questi giorni mi incontrerò con il presidente per la firma. Ho voglia di mettermi in gioco e di dare il mio contributo con la squadra della mia città e del cuore».

Che tipo di giocatore sei? «Non mi piace giudicare me stesso, ma preferisco che lo faccia la gente. Sono un giocatore tecnico a cui piace giocare la palla a terra. Ho giocato quasi sempre davanti la difesa, però posso giocare anche come interno di centrocampo».

In che squadre hai giocato? «A tredici anni mi sono trasferito a Brescia ed ho fatto tutte le trafile giovanili con le rondinelle. Due anni fa, ho indossato per 4-5 mesi la maglia del Palazzolo totalizzando 9 presenze. Nella stagione 2012-2013 in Primavera del Brescia ho totalizzato 16 presenze e 0 gol. Dopo, allievi nazionali con 19 presenze e 4 gol».

Quando e come sono nati i contatti con il presidente Cutrufo? «Già il presidente mi conosceva da Palazzolo. Mi ha chiamato lui e poi, dopo un po’ di tempo, ho deciso. Avevo altre proposte dalla Serie D, ma ho deciso di venire a giocare per la mia città e stare vicino alla mia famiglia».

Che offerte hai ricevuto? «Squadre non del girone siciliano. Dovevo andare fuori casa, ma ho preferito fare questa scelta per stare a casa».

In conclusione, a breve firmi? «Sì, a breve firmo. Colgo l’occasione per mandare un saluto a tutti i tifosi siracusani e spero di dare una mano alla scalata per tornare ai livelli alti che merita Siracusa».

Un altro rinforzo dovrebbe arrivare a Siracusa. Si tratta di Federico Bufalino, ex calciatore azzurro dal 2007 al 2011 che ha totalizzato 100 presenze e realizzato 10 gol. E' un centrocampista esterno di 24 anni, veloce e agile nella corsa, nei movimenti e nei dribbling. Vanta presenze anche con le maglie di Ragusa, Pavia, Taranto e Riccione.

 
ESCLUSIVA - Fornoni: «Siracusa? A breve firmerò il contratto» PDF Stampa E-mail
SiraNews - Interviste e Opinioni
Scritto da Antonio Fazzina   
Martedì 23 Luglio 2013 11:39
Abbiamo intervistato Massimo Fornoni, ex portiere del Siracusa dal 2007 al 2012, totalizzando 63 presenze. Con la maglia azzurra ha disputato due campionati di Serie D, uno di C2 e due stagioni di Serie C1. Ecco le sue parole.

Massimo, facciamo un salto nel passato. I momenti più belli e più brutti della stagione 2011-2012 a Siracusa? «Il più bello quando eravamo primi, ma anche tutta la stagione, nonostante le difficoltà. Il più brutto quando non ci siamo iscritti».

Secondo te perché non ci siamo iscritti? «Non me lo so spiegare. So solo che il Siracusa non doveva fare questa fine».

Hai ancora contatti con gli ex compagni? Con chi soprattutto? «Certo. Mi sento sempre con Bufalino, Gaudio, Fernandez, Ignoffo, Siringo, Giurdanella, Strigari, Montalto, Pepe e Fofana. Per me sono come fratelli. Ma anche con altri».

Secondo alcune indiscrezioni, tu saresti il nuovo portiere del Siracusa. Cosa c'è di vero? «Mi sono sentito qualche giorno fa con il direttore sportivo Giovanni Martello. A breve dovrei firmare il contratto».

Quindi indipendentemente dalla categoria? «Certo, per il Siracusa non ci sono problemi».

Grazie della disponibilità Massimo, ci vediamo presto a Siracusa!
 
«InizioPrec.1234Succ.Fine»

Pagina 1 di 4
 

Ultime dalla SiraGallery