AREAtusea

Ingresso AREAtusea

due colpi di testa contro il vecchio calcio all'italiana PDF Stampa E-mail
SiraNews - L'opinione di Uno di noi
Scritto da Uno di noi   
Domenica 01 Aprile 2012 16:54

All’italiana era definito il calcio che si giocava da noi sino a fine Anni Settanta e questo è stato il calcio che mister Sottili ha fatto giocare alla sua Carrarese, con il risultato che il Siracusa è stato padrone assoluto del campo e protagonista di una bella prestazione.

Nessuno si sarebbe aspettato una Carrarese così sulla difensiva, una squadra che per tutto il primo tempo ha rinunciato a pressare e a creare gioco, difendendosi al confine della propria area di rigore e affidando al solo Russotto l’innesco dei rari contropiede di Cori e Merini.

Contro una squadra così messa in campo il gol sarebbe comunque prima o poi arrivato: impossibile non prenderlo in novanta minuti di sola difesa… E il gol di Ignoffo è infatti arrivato al quarantesimo su calcio d’angolo.

Incredibile invece la genesi del pareggio carrarino a inizio secondo tempo, una rete dovuta ad un eccesso di sicurezza di Ignoffo e compagni. Ma il costante atteggiamento difensivista dei toscani ha portato subito alla traversa di Mancosu e al gol di Testardi. L’uscita dal campo di Cori ha infine tolto agli ospiti l’unico attaccante che aveva dimostrato di poter impensierire la difesa siracusana ( grave errore di mister Sottili). La gara si è praticamente chiusa poco dopo, sul colpo di testa di Bongiovanni, quando mancavano ancora dieci minuti al termine.

In conclusione: ha avuto torto chi oggi non è venuto al De Simone perché si è perso una bella gara, una gara in cui il Siracusa è sembrato esser tornato quello champagne del girone di andata. Oggi Davide Baiocco e Fernando Spinelli hanno sfoggiato una gara da dominatori del centrocampo, risultando i migliori in campo insieme a Marco Mancosu, Liborio Bongiovanni e Carmine Giordano.

Bellissima l’azione del gol di Testardi: cross di Baiocco, colpo di testa dal limite dell’area di Mancosu e palla che timbra la traversa rimbalzando a terra sulla linea di porta: gol o non gol? Non facciamo in tempo a chiedercelo che sul rimbalzo piomba di testa il nostro centravanti, segnando il 2 – 1.

Bellissimo anche il colpo di testa con cui Liborio Bongiovanni sigla di testa il 3 – 1, anticipando un difensore su cross di Pepe. Bel gesto tecnico, bella soddisfazione e giusti applausi per un ragazzo serio che suda la maglia, ma che troppo spesso è stato maltrattato da pseudo tifosi troppo frettolosi nei giudizi di condanna.

Un colpo di Coda ci aveva salvato nell’ultima gara al De Simone, due colpi di testa ci hanno oggi dato una meritata vittoria.

 
 

Ultime dalla SiraGallery